SANI & SPONSORIZZATI

fate come se foste in democrazia [L. Gelli]

Posts Tagged ‘repubblica’

10 motivi per cui (forse) vale la pena non essere Roberto Saviano :

Posted by sani e sponsorizzati su marzo 21, 2011

– La mozzarella di torino.
– Gigi D’Alessio che collassa strafatto sul palco.
– Andare con la persona che più ami sulla tomba di Raffaello Sanzio ed accorgerti che lei è rimasta in macchina, tra l’altro ti sta guardando malissimo.
– Il gol di Peppe Culo ai giardinetti sotto casa mia nel ’94, di culo; prima infatti si chiamava Peppe e basta.
– Il MO.S.E.
– Bob Marley che canta Redemption Song, ascoltato nelle cuffie mentre ti ferma la digos.
– Tuffarsi nel mare profondo, dove il mare è mare. Ma soprattutto profondo.
– Sognare di tornare a casa dopo che ti è stata demolita da coloni israeliani.
– Fare l’amore in un pomeriggio d’estate. In macchina e coi finestrini chiusi.Sulla A3. Durante un inaugurazione. Con Altero Matteoli in macchina.
– Dopo una giornata in cui hanno raccolto le firme contro di te, accendere il computer e trovare una mail di tuo fratello che dice “hanno messo i sigilli al cantiere”

Su Repubblica invece  trovate i dieci motivi per essere Roberto Saviano.

Posted in gossip | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La rivoluzione al tempo dei post-it

Posted by sani e sponsorizzati su marzo 14, 2011

C’è vita dopo la morte? Si può rimanere incinta dopo il sesso anale? C’è Ferrara dopo il TG1? Mi facevo queste e altre domande sul senso di Mauro Masi alla direzione della Rai, quando improvvisamente mi sono ricordato dell’accorato monito lanciato dal presidente Napolitano in cui con il solito aplomb istituzionale pronunciava queste pesate parole: “Tanto in un modo o nell’altro ve lo prendete nel culo”.

Il problema in Italia non è Berlusconi. Forse allora sono io. Stando infatti a quello che dicono i sondaggi per la stragrande maggioranza degli italiani ha governato con ottimi risultati. Stando sempre a quello che dicono i sondaggi se non è riuscito a governare (ma come prima hai dett… SHUT UP!) la colpa è: dei magistrati, dei pm, dei giudici, dei comunisti, dei pessimisti, della costituzione, dei moralisti, della Rai politicizzata, del buco in bilancio lasciato dai comunisti, dell’11 settembre, delle intercettazioni strumentali, della crisi, della stampa faziosa e della giustizia mediatica e/o a orologeria. Se aggiungiamo “il ’68″ sono le stesse scuse che utilizzo quando non ho un’erezione.

Di fronte a cotanti argomenti e alla profonda capacità di autocritica dimostrata, quasi quasi mi dico “mah, forse parto prevenuto io, ha ragione Belpietro quando dice che comunque non c’è l’alternativa”, poi ripenso meglio a Belpietro e mi stringo fortissimo le palle. E lo sento: non mi hanno ancora sedato, sono vivo. Non sono come loro. Loro chi, direte voi. Voi chi, rispondo io e vediamo se continuate a fare gli stronzi.

Però preferisco non chiedermi perché per vent’anni ad un pericoloso megalomane dal passato per lo meno ambiguo (se Marcello Dell’Utri, Licio Gelli e Bettino Craxi possono essere considerati ambigui) è stato permesso di farsi gli stracazzi suoi in nome della libertà, del progresso e di Matteo Messina Denaro. Mi accontento di sapere che Repubblica pubblicherà la mia foto con la faccia simpatica-incazzata-sognante-informata mentre mostro orgoglioso un post-it neanche fosse “La Città del Sole” di Campanella, oppure preferisco stralollarmi con il capslock attivato su una pagina del Misfatto che con un accostamento ironico di parole ci fa ridere tutti ma proprio LOL; e tra una petizione per Sakineh ed una firma contro la vivisezione e lo sfruttamento di minori negli spot dei 150 anni , tutto passa.

Magari accendo pure un cero su Facebook per Yara Scazzi (forse non lo sapete ma c’è gente che sputa su queste tragedie con insulti e battute deprecabili, alcuni ricevendo un finanziamento pubblico, oltretutto), insomma faccio il mio ruttino di indignazione civica e mi sento subito meglio, salvo in questo luogo di dannati. In fondo non è colpa mia se hanno insistito tanto per il suffragio universale.

Però alla fine non cambia mai niente. E D’Alema è sempre lì a dimostrarlo

(in foto l’ultimo scatto d’indignazione da parte di un lettore di Repubblica)

Posted in gossip | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 2 Comments »

E Silvio rispondebbe

Posted by sani e sponsorizzati su novembre 6, 2009

Il Premier tollera, da tempo, qualunque infamia. Noi di Sani & Sponsorizzati, suoi accaniti e imburrati elettori, non avevamo bisogno di chiarimenti e dal canto nostro, il Maggico non avrebbe neanche dovuto rispondere alle domande poste da quel giornale di merda.

Gli ignobili frociazzi infatti troveranno sempre pretesti per continuare il loro infame gioco, indipendentemente dalle risposte o dalle telefonate intimidatorie a notte fonda.

Addirittura c’è già qualche Avanzo di galera che si lamenta del fatto che il Sommo avrebbe ignorato un paio di domande, tra cui quella delle presunte contraddizioni sulla relazione con Noemi

berlusconi risponde.

.

.

.

.

.

.

.

Anche sulla presunta ricattabilità dell’uomo del fare, ci sarebbe molto da dire.

Anzi proprio niente.

Posted in gossip | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »